pittura la linea è un’astrazione e forma e colore sono una 
cosa sola. 
Conoscitore profondo delle teorie dei divisionisti e dei 
luministi, rinnocentl ha avuto il merito di sentire che esse 
dovevano essere un mezzo e non uno scopo, una scoperta e 
non uno stile. E durante il tempo della sua dimora 
d’Abruzzo, quando studiava e riproduceva i pittoreschi 
costumi locali, egli nella trasparenza dell’atmosfera montana 
che gli permetteva di scorgere 1 più sottili trapassi di luce 
e d’ombra, trovò definitivamente gli elementi necessari a 
tradurre in opere durevoli il suo intenso studio dei valori 
pittorici, mentre la sua intuizione profonda del colore, la 
sua ebbrezza visiva gii servivano mirabilmente per idealiz 
zare la realtà e per soddisfare il suo intenso e vibrante 
lirismo. 
Attualmente Camillo Innocenti è il più squisito poeta 
dell’intimità feminile che possieda la pittura italiana. Nella 
rappresentazione di quel suo mondo di una suprema eleganza 
egli mette, come ha detto di lui Gabriel Mourey ,,les sens de 
l’artiste au Service dune sensibilità d’homme prodigieuse- 
roent frémissante“. 
Tutto quello che la donna ha di fragile, di mutevole, di 
passionato e anche di artificiale trova in lui un interprete 
istintivamente sincero e delicato. 
Ma l’ideale dell’artista non si esaurisce in ciò che 
quest’arnabile e deliziosa esteriorità ha di affascinante. 
Ciascuna delle sue giovani creature sorprese nell’intimità del 
boudoir, ciascuna delle cortigiane imbellettate, delle chan- 
teuses e della danzatrici còlte da lui nello splendore della 
luce artificiale sulle scale dei restaurants notturni, sembra 
avergli confidata la sua pena segreta o il suo capriccio. E 
il pittore ne sorride con amabile compiacenza. 
Arduino Colasanti.
	        
Waiting...

Note to user

Dear user,

In response to current developments in the web technology used by the Goobi viewer, the software no longer supports your browser.

Please use one of the following browsers to display this page correctly.

Thank you.