L ADDIOoo 0 (Parole in libertà) LATO PARTENZA facchini marea di bluse blu fra scogliere di valigie viaggiatori spolverine - volo di zanzare binari di berretti binariati oro rosso argento ferrovie dello Stato fretta delle lettere = pillole indigeste nelle cassette „Lettere" „Stampe" i casa caffè biliardo Biglietti biglietti | sudore di una carne biglietti == lasciare tutto j chiacchiere quotidiane I con un idiota preferito ANDATA coraggiosi ANDATA-RITORNO nostalgici fiiiiisch fiiiiiisch uomini macchina ruote uiiiiiiii Roma Brindisi Reggio vocio di totalizzatori puntare presto sulla città preferita abbracci baci occhi raccomandazioni Saluti (a Concettina a Margherita ai bambini alla famiglia) -, addio amore amore scrivi t’aspetto TOrna! (; ultimi capani da tagliare (inquieto {caldo I sudante {angosciato freddo meccanico monotono millenario guanciali giornali restaurant sigaraio „Signori in vettura“ ppuffete cciaffete schiaffeggiamento pagliaccesco degli sportelli = ghigliottina di colli braccia baci affetti saluti mamma! grazie scrivere fermo posta VARO del treno FRANCESCO CANGIULLO FUTURISTA Addio addioooo Colpo respintori piatti-ferro zun - zu - zu - zìiumm testa in culo culo in testa dei vagoni lotta dei ferrei caproni fazzoletti gabbiani di mani tta tetetà tta tta ttatatatata scambi piattaforme giranti attrezzi ferrovia Case sparpagliate di Napoli chiamarle a raccolta fiiiiiischiando serrarle condensarle Napoli sintesi Napoli aquilone molleggiare sul MARE alla punta del filo-binario folle rapidissimo svolgersi del treno = matassa di binari Le braccia che salutano da una stazione sono più lunghe dei suoi binari scie dei treni tta tteteta tta tta tetettatta scambi piattaforme giranti spintoni dei treni tettoie dischi lampade fanaloni spenti come carcasse d’orologi-sveglie rifornitori magazzini officine cabine dentiera di steccati traversine come aste calligrafiche di bambini 10 carri T 35 vagoni isolati = 45 case di saltimbanchi 17 caretti da scalo a gambe levate = 17 monelli che fanno querciola tionchi di treni ricoverati catena spezzata da evssi pentagrammi di fili telegrafici aiuola orticello di cantoniere per inghirlandare catafalchi di carbon fossile stazione passare (elastico traballante sveltissimo) passare case attigue addossarsi amalgamarsi di terremoto si corica la massa messinese pigliare il largo gira la campagna = mon- tecarlo prati girare verde giostra dal baldac chino — cielo sostenuto dalle anatomie degli alberi su cui gli uccelli suonare suonare il valzer dei campanelli galoppare le viti girotondo degli ubriachi attorcigliandosi agli arcolai dei trampoli ogni minuto la primavera verde tappezziere ha una polluzione di vermi sui prati e sui peschi in un batter d’occhio un camposanto è rapito da una setta di cipressi penne stilografiche della Morte. 30